Il peperoncino killer: può uccidere un uomo

Questo nuovo assortimento di peperoncino è stato ideato da un agronomo gallese di nome Mike Smith. Il Dragon’s Breath raggiunge circa 2,48 milioni di unità sulla scala di piccantezza Scoville, più forte del famoso jalapeño, che addirittura raggiunge i 10.000, o del peperoncino calabrese, che raggiunge le 30.000 unità.

Le origini del Dragon’s Breath

L’agronomo cinquantatreenne Mike Smith, lavora con i peperoncini e altre piante da oltre 7 anni. La sua ultima idea è stata creata con la cooperazione della Nottingham Trent University, per essere utilizzata in ambito medico. Allo stesso tempo ha sembra che ha dato vita ad un potenziale killer, si presume che neanche lo spray al peperoncino usato dall’esercito americano raggiunge una tale potenza: con 2 milioni sulla scala Scoville contro i 2,48 dell’alito di drago, è quasi un terzo più “leggero”. Il suo rivale più vicino è il Carolina Reaper, che raggiunge intorno ai 2,2 milioni di unità.

Il peperoncino letale

Fin’ora nessuno ha mai avuto la tentazione di mangiarlo. Mike Smith è arrivato solo a poggiarlo sulla lingua e a tenerlo per circa 10 secondi, l’uomo ha affermato di aver sentito un bruciore insoffribile, infatti dichiara:

L’intensità del calore continua a crescere“. Prosegue alla prossima pagina…

Continua alla prossima pagina

1
2
SHARE